L'ARNICA MONTANA

L'ARTICA MONTANA: I SUOI INNUMEREVOLI BENEFICI

 

L’arnica montana ha proprietà medicinali ed è usata come rimedio in fitoterapia e in omeopatia;

oltre al gel, con l’arnica montana vengono preparate delle tinture a base alcolica da utilizzare nell’ambito del trattamento di dolori muscolari

e articolari e di contusioni; e ancora, questa pianta migliora sia la circolazione del sangue sia la respirazione e presenta notevoli proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche.

 

Arnica montana: a chi è consigliata

 

L’arnica montana è particolarmente suggerita nei casi di traumi: ecchimosi, fratture, distorsioni, infiammazioni, lussazioni e strappi muscolari.

Ecco perché viene utilizzata soprattutto da persone che svolgono attività sportiva, considerando tutte le problematiche – disturbi muscolari,

Lividi, traumi, ematomi, disturbi cardiaci, solo per fare alcuni esempi – alle quali uno sportivo va incontro. 

E ancora, questa soluzione è consigliata per la risoluzione di problemi quali: difficoltà circolatorie, vene varicose, reumatismi.

L’arnica è disponibile in differenti formati: il più comune è la pomata, ma è possibile trovare anche l’arnica in granuli

(si somministra spesso nei casi di dolori muscolari, per il riassorbimento di ematomi, in seguito a un’estrazione dentaria oppure dopo una forte contusione),

sotto forma di oli, gocce, gel e fiale. In alternativa, contro contusioni o distorsioni, si può ricorrere a un decotto di fiori freschi di arnica.

L’arnica montana sta divenendo sempre più rara, da un lato per la sua raccolta incontrollata, dall’altro per la trasformazione dei terreni da parte

dell’agricoltura che li hanno resi meno predisposti al suo sviluppo. Motivo per cui questa pianta rientra nella flora protetta.

La pianta è molto suggestiva anche alla vista: i suoi fiori sono di un vivace colore giallo-aranciato, i frutti risultano bruni e irsuti. 

Dell’arnica si utilizzano i fiori, le foglie e la radice, ricchi di flavonoidi, triterpeni, olio essenziali, polisaccaridi, carotenoidi, lattoni sesquiterpenici ad azione antinfiammatoria.