ALOPECIA

Alopecia e caduta dei capelli

  • L'alopecia, femminile e maschile, può essere una temporanea caduta dei capelli,
  • oppure una perdita di capelli precoce e definitiva. ...
  • L'alopecia può presentarsi in qualsiasi parte del corpo in cui ci siano dei peli,
  • ma sul cuoio capelluto è più evidente e crea un disagio psicologico maggiore
  • RIMEDI NATURALI PER COLORO 
  • CHE NON VOGLIONO USARE FARMACI

 

  • Le persone che non vogliono assumere farmaci ricorrono a volte a rimedi naturali, come:
  • maschere o impacchi rinforzanti prima dello shampoo. Recenti studi, hanno dimostrato che l’assunzione di due estratti naturali
  • tipici della medicina tradizionale orientale, la laminaria japonica e la cistanche tubulosa, hanno un effetto stimolante sulla ricrescita dei capelli.
  • Una equipe di ricerca coreana ha condotto un esperimento somministrando due principi naturali a due gruppi di persone per un totale di 94 partecipanti
  • (45 persone con la somministrazione del trattamento vero e proprio e 49 con un prodotto placebo) di entrambi i sessi con diversi gradi di calvizie.
  • Dopo sedici settimane i risultati sono stati a dir poco straordinari. La combinazione di laminaria japonica e cistanche
  • tubulosa ha avuto un effetto incredibile, aumentando la densità capillare dei partecipanti rendendo i loro capelli più spessi e corposi.
Leggi tutto...

CELLULITE

Cellulite: sintomi, cause

 

La cellulite si forma quando la microcircolazione sanguigna viene compromessa e finisce con l'ingolfarsi

e far soffrire il tessuto adiposo sottocutaneo.

In relazione  della gravità del disturbo, si distinguono tre tipi di cellulite: cellulite compatta, flaccida o edematosa.

La cellulite compatta colpisce di preferenza soggetti in buona condizione fisica e con una muscolatura tonica

e spesso si tratta di una semplice ritenzione idrica dovuta a perdita di liquidi a causa dello sforzo fisico.

La cellulite flaccida si manifesta specialmente in persone di mezza età, che hanno un tessuto ipotonico; 

la cellulite edematosa, infine, si manifesta in associazione a quella compatta, di preferenza sulle gambe,

e rappresenta la conseguenza abbastanza comune di patologie circolatorie.

 

        COME combattere la cellulite

 

                         SONO ESSENZIALMENTE  3 regole, che sono sempre quelle che la nostra onlus  :

”MOVIMENTOSALUTE” consiglia ed invita mensilmente i nostri lettori e Soci ad adottare:

         La prevenzione, 

         l’alimentazione e 

         l’attività fisica.

Leggi tutto...

RADICCHIO ROSSO

Radicchio Rosso: Proprietà e Benefici

La pianta del radicchio, nome scientifico Chicorium Intybus,

appartiene alla famiglia delle Composite, gruppo delle cicorie.

 

 

Proprietà e Benefici 

Digestivo e Depurativo

 

Il radicchio è un ortaggio con buone proprietà benefiche per la salute, In particolar modo depurative.

Grazie all’alto contenuto di acqua, la presenza di fibre ed principi amari,

favorisce la digestione ed il buon funzionamento dell’intestino.

Sono anche le sostanze amare contenute in questo vegetale a conferirgli proprietà digestive

Infatti queste stimolano la produzione di bile che aiuta a digerire i grassi.

Purifica il Fegato

Stimolando la produzione di bile contribuisce a mantenere il fegato sano ed efficiente.

Diabete

Le fibre presenti nel radicchio hanno la capacità di trattenere gli zuccheri presenti nel sangue.

Per questo motivo il radicchio è consigliato ai soggetti affetti da diabete di tipo 2.

A questo proposito bisogna anche sottolineare che questa insalata contiene inulina.

L’inulina è un composto che aiuta l’organismo a gestire e regolare i livelli di zucchero nel sangue.

Leggi tutto...

TROPPO SALE FA MALE

Il sale è diventato da secoli una minaccia mortale a causa degli abusi consumati nelle forme evidenti o più nascoste.

 

Di questi rischi e di come aggirarli per vivere meglio parla il gastroenterologo Riccardo Paloscia,

insieme alle linee guida dell’ Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione.

Il sale in eccesso è in agguato dappertutto: patatine, insaccati, formaggi stagionati, cibi in scatola, acque minerali, merendine, prodotti confezionati, dolciumi. 

Ma anche nei menù troppo saporiti di ristoranti, mense, bar.

 

Un esempio per tutti: “i giovani divoratori di patatine e snack ne assumono anche 20 grammi al giorno”, contro una media di circa 10 grammi.

Abbattere la quantità giornaliera portandola sotto i 6 grammi farebbe risparmiare decine di migliaia di vite umane ogni anno.

La ricetta suggerita da Paloscia è una “controcucina fatta di olio crudo, profumi, poco sale e spezie capaci di esaltare il sapore di un cibo in modo intelligente”.

Sostituire i cibi conservati o lavorati con alimenti freschi, aumentare ogni giorno la quantità di frutta e verdura, ridurre il pane troppo salato, consumare occasionalmente formaggi “invecchiati”

e salumi, utilizzare erbe aromatiche e condimenti come limone e aceto per dare sapore.

Riccardo Paloscia, dopo oltre 30 anni di lavoro all’ ospedale San Camillo di Roma, ha continuato ad occuparsi di patologie dell’ invecchiamento – cardiovascolari e neuro-degenerative –

in strutture residenziali per la terza età.

“Dopo lunghi periodi di riduzione dei grassi saturi e del sale – ha spiegato – si sono verificate significative diminuzioni di

complicanze e prolungamenti dei periodi di sopravvivenza di molti ospiti”.

Fonte: Ansa

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Pagina 2 di 24