EMORROIDI

Emorroidi: cause, cura

 

www.my-personaltrainer.it/emorroidi2.html

                   Cause e fattori di rischio

 

Le emorroidi sono una patologia piuttosto comune che si stima colpisca almeno una volta nella vita la quasi totalità della popolazione. Secondo altre fonti oltre 3 milioni di italiani (il 40% della popolazione adulta) soffre di emorroidi.

Il problema si manifesta con uguale frequenza nei due sessi anche se nelle donne occorre considerare i possibili rischi legati alla gravidanza.

Durante questo periodo sono infatti diversi i fattori che possono influire sulla comparsa o sull'aggravarsi della patologia emorroidaria. 

Tra i principali  vi sono:

  • alterazioni ormonali che influiscono direttamente sul  tessuto vascolare
  • effetto meccanico dovuto alla presenza del feto
  • drastico aumento della pressione intraddominale durante il parto

 

Le emorroidi insorgono prevalentemente tra i 45 ed i 65 anni e tendono ad aggravarsi con il passare del tempo.

All'origine della patologia vi sono anche fattori predisponenti come la familiarità, lo stile di vita e le abitudini alimentari.

Tra i principali fattori di rischio, il più influente è legato alla presenza di disfunzioni intestinali, come stitichezza o diarrea cronica.

Sedentarietà, sforzi eccessivi, abuso di lassativi, stazione eretta prolungata, abuso di alcol e/o nicotina ed alimentazione incongrua sono altri fattori che possono scatenare o aggravare i disturbi emorroidari.

A proposito di abitudini dietetiche è importante sottolineare che un organismo sano è perfettamente in grado di gestire qualsiasi alimento, compresi quelli considerati a rischio per le emorroidi.

Ovviamente un uso massiccio e prolungato di questi particolari alimenti potrebbe a lungo andare determinare la comparsa della malattia o di altre patologie proctologiche.

Nel caso il soggetto soffra già di emorroidi andranno invece aboliti o perlomeno limitati tutti quegli alimenti in grado di irritare la mucosa anale come peperoncino, insaccati, alcol, cioccolato e spezie piccanti.

Cure e Rimedi naturali

Per velocizzare la guarigione, si consiglia di applicare localmente creme o pomate formulate con principi attivi ad azione capillarotropa-protettiva:

 

Elicriso (Helichrysum angustifolium) → proprietà antiedemigena, decongestionante, antidolorifica

Centella (Centella asiatica) → attività capillarotrope e vasocostrittrici

Rusco (Ruscus aculeatus) → attività capillarotrope e vasocostrittrici

Amamelide (Hamamelis virgiliana) → proprietà antiflogistiche, astringenti e cicatrizzanti

Olio di jojoba (Simmondsia chinensis) → notevoli capacità antiossidanti (esercitate dalla vitamina E) ed emollienti. In alternativa all'olio jojoba, il burro di Karitè esercita le medesime funzioni

Iperico (Hypericum perforatum) → proprietà cicatrizzanti, disinfettanti e astringenti (rimedio naturale indicato in caso di emorroidi sanguinolente)

Aloe (Aloe vera gel) → proprietà antinfiammatoria, lenitiva, riepitelizzante ed astringente

Collinsonia canadensis rimedio naturale alternativo, particolarmente utile in caso di emorroidi dolorose e sanguinanti durante la gravidanza